Giorgio Schmidt Sindaco

Linea di media tensione di via Fossai

Nelle prossime settimane verrà smantellata la linea di media tensione di via Fossai. Set ha confermato di aver appaltato ad una ditta specializzata l'interramento della linea e lo smantellamento delle strutture aeree. Si conclude un iter avviato con i primi accordi nel 2008..







5x1000 2013 al Comune, la devoluzione è stata di 4780 euro

Arrivati in questi giorni i dati del 5x1000 del 2013 per il Comune, la devoluzione è stata di 4780 euro. Con questi fondi, destinati per legge ad attività sociali, si liberano risorse per l'arredo dei nostri parchi. Grazie a quanti hanno scelto di destinare il 5x1000 all'abbellimento del nostro paese.











Tema "Valdastico": istituito gruppo di lavoro consigliare

Il Consiglio comunale di Caldonazzo nella seduta di ieri 1 settembre 2016 ha espresso viva preoccupazione per le ultime evoluzioni sul tema Valdastico. Per monitorare la situazione in modo costante e tenere i rapporti con la Provincia ha istituito un gruppo di lavoro consigliare. Ne faranno parte il Sindaco Giorgio Schmidt, la vice sindaco Wolf, i consiglieri Giacomelli, Bortolini, Frattin, Cesare Ciola e Paolo Curzel.

Caldonazzo ancora tra i "Comuni Ricicloni".

Caldonazzo ancora premiato da Legambiente tra i "Comuni Ricicloni".










Il 10 aprile la Giornata Ecologica 2016

Decisa il primo marzo, con i presidenti delle associazioni del paese, la data della Giornata Ecologica. Appuntamento dunque in Piazza Municipio domenica 10 aprile, poco prima delle 8.00. Si organizzeranno le squadre di raccolta e le zone e poi via a raccogliere i rifiuti abbandonati. Alle 10.45/11.00 consueto rinfresco per tutti i volontari partecipanti.



Consiglieri comunali al magazzino del consorzio Cofav

Visita dei consiglieri comunali al magazzino del consorzio Cofav di Caldonazzo, organizzata dall'assessorato e dal consigliere delegato Curzel Matteo. Ci ha accompagnato il presidente Menegoni Marco con i direttori tecnici. Magazzino con i più alti standard di stoccaggio, conservazione, imballaggio e spedizione. Spedizioni effettuate in tempi reale in base alla richiesta di mercato.
Ci lavorano circa una ventina di fissi e circa quaranta stagionali. Esportano in tutto il mondo.




Recupero della viabilità agricola sul Colle di Brenta. Rilancio agricolo del Colle

In fase di elaborazione il progetto per accedere ai finanziamenti europei previsti dal PSR per il recupero e la messa in sicurezza di strade agricole esistenti. Il progetto prevede, in due stralci, di rinforzare le murature di sostegno della viabilità che dalla Fraz. Brenta sale verso gli appezzamenti ancora coltivati. Saranno previste delle piazzole di interscambio che permettano ai mezzi agricoli di gestire il doppio senso di marcia.
Questo è il primo passo per tentare il rilancio agricolo della zona, attraverso la possibilità di meccanizzare operazioni oggi difficoltose. Questo tema era uno dei punti del nostro programma, volto allo sviluppo economico e al rilancio di una vocazione antichissima del versante del Colle che si affaccia sul lago. La coltivazione a vite in questi terreni risale al medioevo ed ebbe il culmine nell'Ottocento quando queste terre erano i vigneti dell'Impero asburgico.
La domanda di finanziamento del primo stralcio sarà presentata entro la primavera. Appena saremo ammessi a contributo il Comune dovrà reperire la propria quota in quanto il PSR copre il 50/60% delle spese ammesse a finanziamento.
Il secondo stralcio sarà presentato sul successivo bando. L'importo dei due stralci è pari a poco oltre un milione di euro. Successivamente a queste opere potrà essere avviato un programma di riordino agrario.

Successo per il Carnevale Panizaro 2016

Nonostante il maltempo onorata la tradizione che da oltre 40 anni vede carri e persone di tutta la valle darsi appuntamento a Caldonazzo.
Grazie alla Sat per l'organizzazione e ai pompieri e al Coro La Tor per la cucina.





Apertura bandi PSR

Il primo bando riguarda i criteri richiesti per accedere agli aiuti a sostegno degli investimenti nelle aziende agricole (operazione 4.1.1). Gli interventi ammessi a finanziamento devono portare al miglioramento del rendimento dell'azienda e devono essere contenuti in un bisiness plan. Le domande possono essere presentate fra il 1° febbraio e il 31 marzo 2016 e a disposizione ci sono 12 milioni di euro.
Fra il 1° ottobre e il 30 novembre prossimi seguirà un secondo bando con una dotazione di 6,8 milioni mentre nello stesso periodo del 201 7, 201 8 e 201 9 saranno aperti dei bandi con una dotazione di 6 milioni ciascuno. Molto atteso anche il secondo bando, quello relativo agli aiuti all'avviamento di imprese per giovani agricoltori (operazione 6.1.1), cioè i giovani agricoltori che, non avendo ancora compiuto i 40 anni si insediano per la prima volta in un'impresa agricola come capo azienda o come corresponsabile nel caso di società. L'aiuto ammonta a 40 000 euro.
I fondi a disposizione sono di 3 milioni di euro per questo prima bando, con possibilità di presentare le domande fra il 1° febbraio e il 31 marzo 201 6; Un secondo bando sarà aperto il 1° maggio 201 6 (con scadenza il 31 ottobre 201 69 e metterà a disposizione 2,4 milioni, mentre fra il 1 5 gennaio e il 31 ottobre del 201 7, 201 8 e 201 9 saranno aperti altri tre bandi con dotazioni rispettivamente di 2,4, 2,2 e 2 milioni di euro.

Ripristino sentiero della Stanga ad uso ciclabile

Approssimandosi la costituzione del GAL Valsugana entro il progetto europeo Leader 14-20 è intenzione dell'amministrazione riprendere il progetto del 2013 che vedeva coinvolti i comuni di Caldonazzo, Calceranica e Lavarone. L'obiettivo è recuperare l'antica Strada della Stanga che dalla pineta di Val Carretta sale a Lavarone per renderla un collegamento ciclabile con i circuiti dell'altopiano di Folgaria.
Sono previste opere per circa 2 milioni di Euro in quanto una parte importante del sentiero si svolge su terreni friabili e instabili e sono necessarie opere di consolidamento importanti ed impegnative.
L'idea è di avviare una serie di contatti con i comuni degli Altipiani per condividere il progetto e fate una domanda di finanziamento congiunta

Spostamento autobus di linea dal centro del paese

La settimana scorsa siamo stati dall'Assessore Gilmozzi per presentargli il progetto di rivedere il tracciato della linea autobus. Era presente anche il Dirigente del Servizio trasporti dott. Andreatta che ha preso in carico le verifiche d'uso delle attuali 3 fermate urbane.
Il progetto prevede una fermata alle Poste, una in stazione dei treni e una terza in fondo a via Roma davanti al supermercato. Per la realizzazione della terza fermata sarebbe necessario realizzare una rotatoria sulla SP1 in prossimità della confluenza di via Roma.
L'Assessore ha dato indicazione al Serv. Infrastrutture stradali di fare uno studio per vedere come andrebbe disegnata la rotatoria e di redatte un computo di massima.
Forse tra qualche tempo potremo dire addio ad immagini come questa.

Sistemazione campetto di calcio al parco centrale

Riparata da alcune settimane la rete perimetrale del campetto di calcio al parco centrale.
Contestualmente è stato installato anche un canestro per completare l'offerta di sportiva del parco.
I lavori, per i quali erano stati stanziati i fondi a fine luglio, sono stati eseguiti solo a fine settembre perché il materiale necessario è stato consegnato dopo due mesi dall'ordine.

Leggi tutto…

Gestioni Associate: incontro con l'Ass.Daldoss

Serata molto proficua quella del 9 ottobre, con l'Assessore Daldoss, affiancato dalla dott.sa Berlanda, per parlare di gestioni associate e fusioni.
Presenti i sindaci dei tre comuni di Caldonazzo, Calceranica e Tenna oltre a numerosi assessori e consiglieri dei tre comuni.
Molto partecipato il dibattito che ha visto oltre agli amministratori anche molti interventi dei cittadini. Ciò dimostra che il tema è molto sentito tra la gente.

Ristrutturazione del piano terra dell'ex Albergo Giardino

Nella giunta di mercoledì scorso sono stati autorizzati i subappalti opere speciali per la ristrutturazione del piano terra dell'ex Albergo Giardino.
Sono stati autorizzati 45.000 euro di opere idrauliche ad una ditta di Caldonazzo e 17.000 per opere elettriche ad altra ditta locale.
Ripartono così i lavori del centro servizi anziani sovracomunale.

Grande successo per la prima di Expo Caldonazzo

Grande successo per la prima edizione di Expo Caldonazzo, con svariate attività artigianali e non del Comune di Caldonazzo. All’inaugurazione, anche il presidente degli Artigiani, Roberto De Laurentis e il Sindaco, Giorgio Schmidt (nella foto).

"Pineta": lavori urgenti al campo da calcio

A seguito di una serie di rotture alle tubature centrali dell'irrigazione del campo da calcio si sono rese necessarie nuove tubazioni di bypass per garantire la bagnatura. Posate a tempo di record tra ieri ed oggi. I fondi sono stati reperiti ritardando alcune opere minori di manutenzione agli impianti sportivi.

Area Pineta sgomberata dall'accampamento

Le famiglie ROM che avevano occupato l'area dietro il CRM sono partite 10 minuti fa senza lasciare rifiuti.
Un grazie a Vigili urbani e Carabinieri per aver gestito la situazione.

"Progettiamo il presente pensando al futuro. A volte basta guardarsi attorno"

LA LETTERA DEL SINDACO GIORGIO SCHMIDT AL GIORNALE "L'ADIGE" SULLA QUESTIONE VALDASTICO

Buongiorno Direttore, intervengo anch’io sulla questione della Valdastico in quanto parte in causa. Alle delegazioni italiane e straniere, che vengono in visita nel nostro Comune, mi pregio offrire sempre un libro su Caldonazzo, edito da Curcu & Genovese, con belle fotografie di Saverio Sartori e brevi, acuti commenti a cura di Pino Loperfido. Uno di questi, dal titolo “venduti per 8600 fiorini”, ricorda il fatto accaduto nel 1461 quando il feudo di Caldonazzo e de facto l’intero paese, fù venduto da Siccone II ai Conti Trapp del Tirolo per 8600 fiorini. La percezione che ho oggi, e con me anche molti altri cittadini, è che siamo stati venduti ancora una volta. Non ho idea di quanto sia stato il prezzo stavolta, fiorini od euro poco importa, ma deve trattarsi di un’offerta irrinunciabile se Presidente della Provincia e Giunta Provinciale al completo, senza sentire alcunché, hanno fatto un triplo salto mortale e sono passati dal no alla Valdastico a un discutiamone se farne addirittura due. Dove e come non ha alcuna importanza, cosa pensano cittadini e amministratori delle Comunità interessate e quali saranno i tracciati neppure, importante è portare a casa l’accordo prezioso. Cosa c’è scritto su quell’accordo non è dato ancora di sapere, provo a buttare li qualche sospetto: il rinnovo della concessione dell’Autobrennero? o forse altri accordi Stato/Provincia?. Tutto questo tra il silenzio generale anche dei rappresentanti provinciali di zona, che pure sono tanti e rappresentano tutto lo schieramento del centro sinistra autonomista. Fatto è che senza il benchè minimo ragionamento e condivisione con le Comunità interessate si è pensato di rispolverare il vecchio piano della PIRUBI. Credo che le anime di Piccoli, Rumor e Bisaglia abbiamo avuto un sussulto di orgoglio alla notizia; come un sussulto, questa volta di panico, hanno avuto i cittadini di Caldonazzo, alla notizia che il tracciato della SS 47 della Valsugana verrebbe di fatto deviato nel territorio del Comune di Caldonazzo per consentirne il collegamento alla nuova Valdastico e, tramite questa, a Trento e all’asta del Brennero.
Leggi tutto…

Ipotesi di sbocco nel territorio comunale di Caldonazzo dell’autostrada Valdastico

Già nel 2010 la nostra lista aveva portato in consiglio una mozione contraria alla Valdastico e allo scempio che potrebbe fare in Valsugana… Ecco la mozione del 21 settembre 2010:


M O Z I O N E N° 1
Presentata dalla Lista Un Futuro per Caldonazzo, Brenta e Lochere
Ipotesi di sbocco nel territorio comunale di Caldonazzo dell’autostrada Valdastico

PREMESSO CHE
di quest’ opera si discute da circa 40 anni, coinvolgendo vari livelli Istituzionali e di conseguenza creando un notevole dibattito in tutti gli organi di informazione, dai quotidiani locali e nazionali, dalle radio alle televisioni, nonché nei vari blog e che di recente anche la Comunità di Valle Alta Valsugana-Bernstol è stata investita della questione Leggi tutto…

Al via la nuova Giunta per la legislatura 2015-2020

Ecco la nuova Giunta e i delegati per la legislatura 2015-2020 del Comune di Caldonazzo:

SCHMIDT GIORGIO
Sindaco
Lavori pubblici, Affari istituzionali, soc. partecipate, personale, gestioni associate





WOLF ELISABETTA
Vicesindaco
Cultura, Politiche sociali e politiche giovanili, sanità, biblioteca, scuola, fonti rinnovabili, tributi



ECCHER MARINA
Assessore
Associazioni e volontariato, sport, commercio e turismo, eventi e manifestazioni, CTL, APT, comunicazioni istituzionali, Certificazioni comunali, Partecipazione dei cittadini


 TURRI CLAUDIO
Assessore
Industria e artigianato, Agricoltura e foreste, arredo urbano, parchi, trasporti e mobilità, parcheggi, videosorveglianza, patrimonio comunale


MATTEO CARLIN
Assessore
Bilancio, urbanistica, edilizia abitativa, ambiente e raccolta rifiuti, polizia municipale



CURZEL MATTEO
Consigliere delegato
Progetto speciale sviluppo agricolo: nuove varietà colturali e rilancio collina Brenta

PIZZITOLA PIERLUIGI
Consigliere Delegato
Progetto speciale per il potenziamento dell’offerta culturale e dei canali di comunicazione della biblioteca comunale e collegamento scuola-comunità -territorio.

1025 "grazie" a coloro che hanno scelto la continuità

Continuiamo a lavorare assieme per il bene del nostro meraviglioso paese!

.

Giorgio Schmidt riconfermato Sindaco di Caldonazzo

Giorgio Schmidt è stato riconfermato Sindaco di Caldonazzo, con il 52,3% delle preferenze, pari a 1025 voti.

Questi gli eletti della Lista in Consiglio Comunale, con il rispettivo numero di preferenze:
WOLF ELISABETTA 167
ECCHER MARINA 118
MATTÈ ERICA 103
TURRI CLAUDIO 99
CURZEL MATTEO 90
CARLIN MATTEO 87
CURZEL MICHELE 82
GIACOMELLI RICCARDO 79
BORTOLINI MIRKO (Piatela) 75
CONCI MATTEO 72
PIZZITOLA PIERLUIGI 65

Un grazie a tutti gli elettori e ai sostenitori.

Chiusura della Campagna seria, sobria e realista

Non ci sono stati fuochi d'artificio, né feste luculliane, né musica da vivo, ma tanto tanto realismo e serietà alla serata conclusiva della campagna elettorale della Lista "Un futuro per Caldonazzo, Brenta e Lochere". Il realismo di chi sa che non si può promettere che tutto andrà bene, ma sicuramente che tutto il possibile verrà fatto per salvaguardare l'interesse del Paese e dei suoi abitanti.
La campagna si chiude, dunque, con una serata veramente intensa, ragionata, in cui il programma è stato nuovamente analizzato e proposto punto per punto. Altre parole d'ordine emerse: onestà, rettitudine, moralità, umiltà e sobrietà. Giorgio Schmidt si è dimostrato impeccabile, come sempre. Se mai ce ne fosse stato bisogno, ai moltissimi presenti è stata data dimostrazione che la squadra è competente e che il programma è concreto e credibile.
Avanti così!
Questa sera, Assemblea della Famiglia Cooperativa appuntamento d'obbligo che perpetua la tradizione cooperativa di Caldonazzo, che dura da oltre cento anni. Grazie a tutti!

Chiusura campagna elettorale GIOVEDÌ 7 MAGGIO 2015


Quello che abbiamo fatto e quello che faremo


Il nostro programma sfogliabile

Incontro con i residenti delle Lochere: mercoledì 22 aprile

La Lista Civica “Un futuro per Caldonazzo, Brenta e Lochere” incontrerà i residenti delle Lochere il giorno mercoledì 22 aprile 2015 presso l’Hotel Paoli, ore 20.30.


.

Primo incontro con tutta la cittadinanza: mercoledì 15 aprile

La Lista Civica “Un futuro per Caldonazzo, Brenta e Lochere” incontrerà i residenti di Caldonazzo il giorno mercoledì 15 aprile 2015 presso la Casa della Cultura in Viale Stazione, ore 20.30.


.

"LO SVILUPPO DI UN TERRITORIO NON SI BASA SOLO SU UNO SVILUPPO SMISURATO, MA SULLA VALORIZZAZIONE E SULL'INNOVAZIONE".


Cari Caldonazzesi,
siamo partiti cinque anni fa, con una squadra completamente nuova, entusiasta ed ansiosa di realizzare un programma pensato, condiviso, non banale, volutamente ambizioso. Sapevamo che non sarebbe stato facile modificare scelte importanti già avviate, come la variante al Piano Regolatore Generale, che prevedeva uno sviluppo residenziale esagerato e senza alcun controllo.
Da subito abbiamo indirizzato l’azione amministrativa nella direzione che avevamo promesso ai cittadini. Il nostro programma sosteneva convintamente il diritto/dovere dei cittadini nel governo del territorio e per evitare che il “mercato” si potesse arrogare questo privilegio, abbiamo chiesto al Commissario di introdurre modifiche che prevedano una drastica riduzione dell’uso del sistema perequativo. In un’ottica di sviluppo e non di crescita, gli scambi pubblico-privato sono stati di fatto limitati a sole 8 posizioni a dichiarato ed evidente interesse pubblico (nella prima adozione né erano previste più di ottanta). La programmazione dello sviluppo futuro ha portato, in un secondo momento, ad adottare altre 6 varianti puntuali per pubblico interesse: Parcheggi, Torre Sicconi, Villa Center, Strada Fossai, sottopasso ferroviario Via Lago. Leggi tutto…